COMITATO REGIONALE SICILIA

Il presidente Sandro Morgana visita la Delegazione distrettuale di Barcellona Pozzo di Gotto

.
25/05/2022
Visto 94 volte
Printer Friendly, PDF & Email

Dopo le Delegazioni di Catania, Palermo, Enna, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani, ha fatto tappa anche presso la sede della Delegazione di Barcellona P.G. il tour di visite programmate dal presidente del Comitato Regionale Sicilia Sandro Morgana, in maniera da toccare con mano lo stato di salute delle organizzazioni periferiche. Nel corso della sua visita nella città del Longano il massimo dirigente regionale è stato accompagnato dal vice presidente vicario Mario Tamà e dal consigliere regionale Santo Buglisi. Ad aprire i lavori il delegato Giuseppe Molino, il quale ha relazionato sull’attività svolta nel corso della stagione, soffermandosi in modo particolare, su quella intrapresa per lo sviluppo del calcio femminile, con l’organizzazione anche di un campionato di calcio a 5 femminile Under 15. Inoltre, si è puntato ad estendere la propria azione su tutto il territorio di competenza, promuovendo in modo particolare delle attività all’interno degli istituti scolastici. Successivamente, il massimo dirigente federale ha voluto ascoltare i vari componenti e collaboratori presenti per conoscere il loro punto di vista su come intendono proseguire il loro rapporto di collaborazione con la delegazione barcellonese. Nel corso del suo intervento conclusivo - il presidente Sandro Morgana - ha sottolineato come questa stagione sia stata piena di ansia e preoccupazioni, anche se le misure di prevenzione che sono state intraprese hanno permesso un finale di stagione regolare. Nel finale ha tracciato le linee guida per la prossima stagione e gli obiettivi programmatici a cui fare riferimento, assegnando una propria autonomia alle Delegazione, chiamate a far crescere le varie attività nei territori di competenza. Nel salutare i presenti, il presidente Morgana ha voluto concludere la sua visita nei locali della Delegazione di Barcellona P.G. lanciando il suo guanto di sfida: “sono un inguaribile ottimista per cui tutti gli obiettivi sono alla nostra portata, trasmettendo dei valori come: trasparenza, legalità ed etica”.