COMITATO REGIONALE SICILIA

Il Presidente Sandro Morgana incontra le società nissene: “Imperativo ripartire, green pass obbligatorio”

.
23/09/2021
Visto 255 volte
Printer Friendly, PDF & Email

Nel corso di un incontro svolto presso Palazzo Moncada a Caltanissetta, il presidente del comitato Regionale Sicilia Sandro Morgana ha incontrato le società e i dirigenti della Delegazione nissena. Il messaggio del massimo dirigente regionale è stato forte ed univoco: ripartire in tutta sicurezza, con green pass obbligatorio. Nell’occasione è stato presentato il nuovo campionato di Terza categoria che prenderà il via, al momento con otto formazioni iscritte.

All’incontro inoltre sono intervenuti l’assessore allo sport del capoluogo nisseno, Fabio Caracausi, il delegato provinciale della Lnd Giorgio Vitale che ha “diretto” la seduta e svolto la relazione programmatica, Michele Scarantino, dirigente onorario della Lnd e da poco nominato Presidente della Commissione per le Carte Federali.

Sono intervenuti, inoltre, Giuseppe Anzaldi (commissario delegazione Enna), Natale Ferrante (delegato regionale calcio femminile), Mimmo Amico (presidente arbitri Caltanissetta) e Alessandro Cereda (presidente associazione allenatori Caltanissetta).

Il presidente Sandro Morgana, lieto per i risultati ottenuti dalla delegazione di Caltanissetta, ha sottolineato: “E’ necessario ripartire e non fermarsi più. In Sicilia abbiamo esteso l’obbligo del green pass ai campionati di promozione, prima, seconde a terza categoria, ed ai settori giovanili. Le società hanno compreso e aderito. Abbiamo ridotto le squadre in promozione ma rilanciamo con grandi numeri la base della nostra piramide: da circa 100 squadre, passiamo ad oltre 150 per la terza categoria. Stiamo svolgendo un lavoro corposo ed è già stata approvata anche la riforma dei campionati giovanili. Introdurremo la categoria Elite, oltre ai tornei regionali e provinciali. Inoltre delegheremo under 14 e 16 ai comitati provinciali. Il calcio è vita, salute, rispetto delle regole: ripartiamo consapevoli del nostro valore”.