COMITATO REGIONALE SICILIA

Conclusi i corsi di formazione, Morgana: "Grande partecipazione"

.
14/05/2022
Visto 127 volte
Printer Friendly, PDF & Email

“Ho intenzione di costituire dei nuclei di lavoro, coordinati dal delegato provinciale, composti da dirigenti, giocatori, allenatori, genitori, tifosi e psicologo per porre in essere delle iniziative e dei progetti volti a costruire una nuova cultura sportiva”. L’iniziativa del presidente della Figc Lnd Sicilia, Sandro Morgana, ha un grande impatto al termine dell’intervento che ha concluso il corso di formazione “Addetti alla società sportive dilettantistiche”, svoltosi al centro sportivo Gymnica di Scordia. Proprio il comune calatino è stato nei giorni scorsi al centro delle cronache per i fatti di violenza occorsi al termine della semifinale provinciale Under 17 tra la Gymnica Scordia e il Catania Nuova. “Esprimo la massima solidarietà al delegato Lino Gurrisi, perché questo episodio gravissimo, che ha fatto purtroppo il giro d’Italia lo ha profondamente colpito. Oggi da Scordia proprio dobbiamo cominciare un percorso nuovo all’insegna della formazione e di nuova educazione sportiva”.

La formazione è stata un caposaldo del programma di Morgana sin dal suo insediamento. “Ritengo che sia un tassello fondamentale del percorso di ogni dirigente. Nel quadriennio i corsi saranno integrati con aggiornamenti costanti. Quando ho deciso di candidarmi una delle priorità era rappresentata proprio dalla formazione. In questa fase storica, condizionata dal virus, tutti devono conoscere le problematiche, le tematiche che interessano il movimento”.

Curati da Dino Corbo, vice presidente, e dalla segretaria Wanda Costantino, e con la collaborazione della scuola palermitana di Diritto Sportivo, i corsi hanno ottenuto un successo in termini di consensi e di partecipanti importanti. “Il messaggio che volevamo lanciare è stato colto dai corsisti, oltre 200 nei vari incontri. Sono stati giorni di confronto, condivisione e arricchimento culturale. L’attenzione verso il territorio diventa uno dei capisaldi per la ripartenza del movimento calcistico. Tra le prossime idee riguardanti la formazione auspico senz’altro l’organizzazione di corsi tra i capitani di Eccellenza e di Promozione con gli arbitri. Consentirà conoscenza, formazione e organizzazione, fondamentale per migliorare”. Un ragionamento importante merita il calcio femminile. “Credeteci, insistete sul calcio rosa. Il calcio femminile è in grande crescita. Il successo del progetto “Ragazze con i tacchetti” consentirà di avvicinare 250 bambini alle scuole calcio. Dobbiamo entrare nelle scuole e investire risorse e formazione”.